Limbo grigio

Allevamento etico

La scelta di un cucciolo di bengala che potrà vivere con voi anche per vent'anni non è una decisione da prendere alla leggera. Siate pazienti nel cercare il cucciolo che corrisponda ai vostri desideri!

Il processo di valutazione dell'allevamento deve rispondere ai seguenti quesiti:

  • l'allevamento è gestito al meglio?

  • I gatti sono in buone condizioni, liberi da parassiti o altri problemi di salute?

  • La loro area è pulita e vi è sufficiente spazio per garantire loro un buon adattamento?

  • I gatti sono amichevoli e tranquilli?

 

Il consiglio migliore che posso darvi è quello di visitare l'allevamento di persona. L'allevatore dovrà darvi una buona accoglienza per mostrarvi i gatti e l'ambiente in cui vivono, dovrà impiegare il tempo necessario per rispondere in maniera approfondita a tutte le vostre domande spiegandovi sia gli aspetti migliori che quelli peggiori dei singoli gatti e se quando parla percepite una certa passione, allora è quello giusto!

Per valutare nel miglior modo il vostro cucciolo è necessario considerare anche questi aspetti: i cuccioli devono essere amichevoli e ben adattati per la loro età, non devono sentirsi a disagio quando vengono accarezzati, non devono assolutamente essere timidi o spaventati,  lo stesso vale naturalmente anche per i genitori.

CAMPANELLI D'ALLARME PER DIFFIDARE:

  • Le "fabbriche di cuccioli": non garantiscono la qualità essendo il loro unico obiettivo la quantità, li tengono in condizioni disumane ed hanno spesso problemi di salute, oltre a non essere affatto socializzati.

  • Prezzi troppo bassi: inutile dare spiegazioni a riguardo perchè, come tutti sanno, se un affare sembra troppo buono per essere vero probabilmente non è un buon affare!

  • Cessione senza pedigree: il pedigree costa venti euro, la scusa che è solo un pezzo di carta costoso ormai non regge più. La verità è che le associazioni fanno i pedigree solo se entrambi i genitori sono di razza (quindi con pedigree) e se vengono rispettate le tempistiche per i parti delle femmine (non più di tre cucciolate in due anni).

  • Cessione prima dei tre mesi di età: le associazioni impongono la cessione dei cuccioli non prima di 84 giorni, quindi capite che se lo fanno prima, non hanno pedigree. Preciso che gli studi scientifici dimostrano che staccare i cuccioli dalla mamma prima dei tre mesi di età comporta problemi di salute (non hanno nemmeno finito il ciclo vaccinale), di sviluppo cognitivo relazionale e di socializzazione, rendendo queste creature spesso problematiche (come confermato anche da diversi studiosi inglesi come Bradshow, Bateson, Casey, Bowen, ...). Cedere cuccioli addirittura sotto i 60 giorni fa sussistere il reato di maltrattamento.

  • Coloro che non fanno i test genetici (pra-b, pk def) e l'ecocardiogramma per controllo hcm ai genitori: come dare delle garanzie di salute se non si è sicuri che i genitori siano esenti dalle malattie tipiche della razza?!

  • Mancanza di un contratto di cessione: è questione di serietà e di etica dare delle garanzie a tutela di entrambe le parti a fronte di un  qualsiasi problema che potrebbe sorgere. Fondamentalmente, il contratto viene stipulato per tutelate il cucciolo in primis.

Mio marito ed io ci rendiamo disponibili per le visite nel nostro allevamento (che sarebbe casa nostra) previo appuntamento da concordare telefonicamente.

Voluntary Code of Ethics Certificate.jp2